Le masse plastiche, pur nella loro ciclopica impostazione hanno un’autonomia di movimento, – zikurrat mobili e ribaltabili – e così il fondo panoramico- apparizione solare-, che partecipa al susseguirsi degli avvenimenti del dramma verdiano. È insomma una scenografia che recita, in cui si denota tutta la ricchezza di inventiva dovuta soprattutto alla versatile natura di Osvaldo Petricciuolo, pittore, scultore, scenografo, regista, cantante lirico ed attore dal talento eccezionale.