Il sogno

Dal 20 al 26 ottobre 2014, Napoli s’è colorata di rosso, come la Cina: Milleunacina ha toccato due dei luoghi di maggiore attrattiva e interesse partenopei, il Palazzo Du Mesnil e la Villa Caracciolo, creando un contatto tra la cultura napoletana espressa dalle opere del compianto artista Osvaldo Petricciuolo e quella sinica, grazie alla presenza del ministro della cultura cinese, Xu Lin, e alle donazioni della figlia del pittore, Brunilde, alla ex rettrice dell’Università degli Studi di Napoli – L’Orientale –, Lidia Viganoni, e alla direttrice dell’Istituto Confucio, Annamaria Palermo. La cerimonia di donazione è avvenuta in seguito alla cena inaugurale, di cui il tema portante, attorno al quale si è svolto tutto l’evento, è stato il sogno rosso, riprendendo i tratti onirici tipici sia della tradizione cinese sia dei dipinti del Petricciuolo: i quadri denotano una forte presenza di colori caldi – il rosso e il giallo, per l’appunto – e di linee morbide e curve, a richiamare il dinamismo e il fluttuare tipici dei miti sinici; altrettanto forte è l’elemento naturale, ripreso dalla scala dei marroni e dei blu, che ricorda le acque e i giunchi del mondo mandarino.